Notizialibera.it il primo blog di informazione libera sul web

Mondo

ISIS: 15 ARRESTI, SVENTATO PIANO TERRORISTICO

ISIS: 15 ARRESTI, SVENTATO PIANO TERRORISTICO
settembre 19
08:39 2014

Australia: sventato il massacro del terrore, intercettati e poi finiti in manette 15 jihadisti dell’Isis.

Quindici persone sono state arrestate in Australia durante un blitz antiterrorismo eseguito  nei sobborghi di Sydney e Brisbane, negli Stati del Queensland e del Nuovo Galles del Sud.

Le manette sono scattate dopo l’intercettazione del messaggio di un australiano apparentemente molto in alto nella gerarchia dell’Isis – dicono le autorità – che faceva appello alle reti di sostegno in Australia per compiere omicidi pubblici“.

Sembra infatti che l’obiettivo dei terroristi fosse quello di rapire dei civili a caso, avvolgerli nelle bandiere dello Stato islamico e decapitarli davanti a una telecamera. Un indubbio massacro terroristico ad effetto.

Recenti informazioni hanno indicato che almeno un paio di australiani ricoprono posizioni di rilievo nella gerarchia dell’Isis. Uno di loro avrebbe provato la sua fedeltà decapitando personalmente quattro “traditori”.

In base a recenti rapporti dell’intelligence nelle file dell’Isis sarebbero presenti una sessantina di australiani, una cifra che, stando ad altre stime, dovrebbe essere raddoppiata.

Due jihadisti del contingente hanno destato orrore e attenzione sui media dopo aver postato su twitter le loro foto dove mostrano le teste mozzate di alcuni soldati siriani a Raqqa e quindi sono stati incriminati dalla giustizia australiana.

La presenza della colonia australiana all’interno dell’Isis, evidenti segnali di proselitismo nel continente australe e l’attività di nuclei estremisti, hanno spinto le autorità a reagire difatti,  sono stati aumentati i controlli da parte dell’antiterrorismo.

Inoltre l’Australia ha deciso di aderire alla coalizione promossa dagli Usa ed ha schierato 6 caccia F 18 negli Emirati Arabi in vista di possibili raid.