Notizialibera.it il primo blog di informazione libera sul web

Politica

 Ultime Notizie

PD: Richetti e Bonaccini indagati per peculato.

PD:  Richetti e Bonaccini indagati per peculato.
settembre 11
08:48 2014

Richetti e Bonaccini indagati per peculato insieme ad altri consiglieri Pd per l’indagine “spese pazze” del consiglio.

Il deputato del Partito democratico Matteo Richetti e il responsabile nazionale Enti locali in direzione Pd Stefano Bonaccini ,entrambi i favoriti per la corsa alle primarie per la presidenza regionale,risultano indagati per peculato nell’inchiesta sulle “spese pazze” in Regione.

Richetti intanto si e’ ritirato dalla corsa parlando di “necessità di unità del partito”.

Uno dei fronti giudiziari aperti per Richetti, ex presidente del consiglio regionale dell’Emilia Romagna,era quello che riguardava una vicenda di auto blu, caso sollevato da ilfattoquotidiano.it nel 2011 e dai consiglieri M5S Giovanni Favia e Andrea Defranceschi. Quest’ultimo, difatti, per il caso chiese:

“Perché usare l’auto a noleggio quando Richetti percepisce già una cifra forfettaria di oltre 1200 euro al mese per gli spostamenti casa-lavoro?”

In sostanza,in una serie di documenti si registravano gli spostamenti di Richetti, allora a capo dell’Assemblea regionale, soprattutto quello del 2010 dove Richetti venne prelevato da casa sua, portato a Roma per una visita al Quirinale, e poi riportato nuovamente  alla sua abitazione, con un passaggio ad Ancona, per un incontro Pd per un totale  della spesa di 1024, 12 euro quando,invece, in treno sarebbe costato al massimo 200 euro.

Ma di eventi simili ce ne sarebbero moltissimi ,permettendo la lievitazione del conto delle spese per le auto blu, a decine di migliaia di euro.

La portata nazionale della bufera in Emilia Romagna è tale da contestare anche uno degli ultimi annunci del premier, dalla Festa dell’Unità di Bologna di sabato, aveva promesso che venerdì sarebbe stata resa nota la nuova segreteria del partito ma così non sarà perché la riunione della cabina di regia democratica  è stata rinviata di nuovo a non prima di martedi’ prossimo.

Nel partito democratico dilaga rabbia e grande disagio per come è stata gestita la partita delle primarie.

I militanti si sfogano parlando di “finte primarie” e di una competizione in cui “a decidere tutto è stato Renzi”.

Ma le parole che più rappresentano il sentimento della base sono invece quelle durissime di Alberto Aitini, segretario dei Giovani Democratici:

“Decidetevi se candidarvi o meno perché lo spettacolo è davvero impietoso” dice ammonendo i candidati e aggiunge: “Il famoso modello emiliano-romagnolo di buona politica speriamo non diventi una ridicola barzelletta. Classe dirigente all’altezza cercasi”.

Defranceschi  (M5S) in una nota

“Presto mio dossier su auto blu della giunta.Quando lo denunciai io tre anni fa, nel 2011, erano demagogia e populismo. Ora, da quanto emerso da notizie di stampa, pare sia diventata un’indagine della procura”. A questo punto però, mi chiedo cosa succederà nei prossimi giorni quando pubblicherò quello a cui ho lavorato quest’estate e che sarebbe dovuto uscire, neanche a farlo apposta, proprio domani: un dossier sull’uso delle auto blu da parte della giunta e di Errani.