Notizialibera.it il primo blog di informazione libera sul web

Cronaca

REVISIONE IN RITARDO? SCATTA LA MULTA AUTOMATICA

REVISIONE IN RITARDO? SCATTA LA MULTA AUTOMATICA
ottobre 31
18:02 2014

I furbi della revisione auto possono dire addio ai controlli tardivi. Se, infatti, fino a oggi chi circolava con la revisione scaduta andava incontro a sanzioni severe, ma solo nel caso in cui fosse stato fermato da una pattuglia delle forze dell’ordine, adesso azzardare non servirà più a nulla.

Infatti, la multa arriva automaticamente a casa, grazie all’informatizzazione dei sistemi della Motorizzazione civile, presso i quali sono registrati di dati di ciascun veicolo, con relativa scadenza del controllo biennale.

Ricordiamo che l’obbligo di revisione sussiste dopo quattro anni dalla data di prima immatricolazione e, successivamente, ogni due anni. Chi non si recherà presso le strutture dedicate per sottoporre a controllo l’auto, nel mese di scadenza della revisione, si vedrà recapitare una multa di 155 euro per omessa/tardiva revisione. Contestualmente all’elevazione della multa “a distanza”, verrà sospeso il libretto, finché non sarà stato fatto il controllo obbligatorio.

L’auto si potrà utilizzare pertanto solo per recarsi alla Motorizzazione o il centro autorizzato per la revisione.

Da un lato è corretto che si osservino le disposizioni in materia di revisione, dall’altro a un regime così fiscale su chi viola la norma dovrebbe corrispondere anche un’incentivazione a sottoporre l’auto al controllo, perché tra i tanti salassi sulla categoria degli automobilisti, il versamento di somme intorno ai 70 euro ogni due anni è decisamente eccessivo.

Perché non predisporre un sistema premiale, che riduce progressivamente l’importo delle revisioni in base allo stato d’efficienza in cui è tenuto il mezzo nonché per quanti hanno sempre rispettato le scadenze?

Un provvedimento concreto, davvero dalla parte dell’automobilista e della sicurezza stradale, diversamente, si tratta di prelievi percepiti come l’ennesimo tartassare da parte di enti a caccia di denaro.

 

FONTE: www.allaguida.it