Notizialibera.it il primo blog di informazione libera sul web

Politica

VESCOVI: Renzi basta slogan, ridisegni l’agenda.

VESCOVI: Renzi basta slogan, ridisegni l’agenda.
settembre 26
17:00 2014

La Cei avverte il premier, Matteo Renzi: Basta slogan, Renzi ridisegni l’agenda politica”.

Primo argomento da affrontare quello del lavoro. “La Chiesa pensa che bisogna guardare con più realismo alle persone che non hanno lavoro e che cercano lavoro. Il dibattito su ‘art.18 si’, art.18 no è meno centrale e io vi vedo troppe bandiere che sventolano”, ha detto il segretario generale della Cei, monsignor Nunzio Galantino.

Sulla questione Galantino si dice “sempre preoccupato quando alcuni temi decisivi vengono posti sul piano dello scontro“, perché “la categoria del contro è sterile e alla fine ci saranno morti da una parte e dall’altra” e vengono adottate “soluzioni a mezz’aria“.

E lancia un messaggio forte: “E’ vero che molti nei sindacati vogliono la conservazione dell’esistente, ma lo sguardo in avanti non si realizza mettendosi l’uno contro l’altro, e invece troppa gente, nei sindacati e nella politica, piuttosto che cercare soluzioni al drammatico problema del lavoro, bada a tenere alto il numero dei propri iscritti”.

No alle unioni civili

Rispondendo alle domande dei giornalisti – nella conferenza stampa conclusiva del consiglio episcopale permanente – Galantino si dice preoccupato anche sulla questione del riconoscimento unioni di fatto.

Esprime “la preoccupazione per la sordità dei responsabili della cosa pubblica nei confronti di politiche fiscali e di armonizzazione tra i tempi del lavoro e quelli propri della famiglia; ancor più il timore per la disponibilità al riconoscimento delle cosiddette unioni di fatto o all’accesso al matrimonio da parte di coppie di persone dello stesso sesso”.

“Non ce l’ho con Matteo Renzi, è giovane, è simpatico, sa dire tante cose simpatiche…“, ha aggiunto Galantino. “Se oltre al Corriere della sera, all’amministratore delegato della Fiat, volete mettere insieme anche i vescovi tra quelli che si interessano alla persona di Matteo Renzi, noi non siamo interessati“, ha puntualizzato.

Linea dura contro la pedofilia

Il caso dell’ex nunzio apostolico Jozef Wesolowski, così come quello del vescovo paraguayano rimosso Rogelio Ricardo Livieres Plano, dimostrano che sul tema della pedofilia grazie a Papa Francescosi alza il tiro”,” ma bisogna sottolineare che la pedofilia non è solo un problema della Chiesa,dei preti e dei vescovi”  e, anzi, gli Stati fanno ben poco per contrastarla, come dimostrano i pacchetti organizzati dalle agenzia di viaggio per “turismo sessuale”.

“La Chiesa con grande coraggio sta dicendo cosa bisogna fare di fronte a questa piaga” ha detto Galantino, “fa bene a guardarsi all’interno, e sicuramente andrà avanti, ma stiamo attenti a non favorire zone franche”.

Le reazioni

Forza Italia cavalca le dichiarazioni della Cei soprattutto sulla questione famiglia. “L’allarme del segretario della Cei, Galantino, sulla disattenzione del governo nei confronti della famiglia è un ulteriore monito per Renzi che, al di là degli annunci e delle promesse, viene rimproverato da più parti – dice Maurizio Gasparri, vice presidente del Senato – .

Voglio poi far presente che per la famiglia non esiste solo l’emergenza fiscale, visto che il governo non estende bonus né introduce ad esempio il quoziente familiare, ma ci sono anche altri rischi. Continua, infatti, l’iter di proposte di legge per le adozioni e i matrimoni omosessuali, per il divorzio lampo e altri provvedimenti che distruggono la famiglia.  il momento di reagire in difesa della famiglia e di una corretta interpretazione della società”.

“A Matteo Renzi. Totalmente d’accordo con le preoccupazioni della Cei. Occorrono fatti, basta parole“, scrive su Twitter Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.

 

FONTE: www.repubblica.it